iColor Magazine - anno 2020 - numero 05

39 M ASSIMO C AIAZZO Cosa diversa è se si tratta di un ospe- dale dove non ci sono i desiderata ma la valutazione oggettiva di ciò che è ideale . La progettazione, pur seguendo principi di base, deve prendere in con- siderazione tanti fattori: per esempio la luce del sole, l’indice di riflessione di ciascun elemento, le attività che si svolgono nei luoghi . iColor: Quali sono gli errori che si pos- sono commettere con i colori? M. C.: Le faccio un paio di esempi di scel- te cromatiche sbagliate. Se in una casa di cura i sanitari, che sono di colore bianco – che il colore rivelatore della pulizia – vengono associati a un pavimento bian- co, gli anziani possono perdere il senso dell’orientamento e cadere con facilità. In ospedale è meglio non usare il verde che ha una pessima rifrazione sull’incar- nato. I pazienti si sentono ancora più ma- lati. Tutto questo a lungo andare causa condizioni psicologiche sfavorevoli. Nel restauro della Chiesa di Santa Maria Maggiore, in Irpinia, le scelte cromatiche seguono le tracce dei colori originali e un gradiente progressivo.

RkJQdWJsaXNoZXIy NjY4ODQx