iColor Magazine - anno 2021 - numero 07

39 P ROGETTAZIONE CROMATICA > L ’ illuminazione non può esse- re pensata secondo la logica elementare e ormai superata di accensione e spegnimento di un interruttore. È invece fondamenta- le orientare la progettazione della luce in una direzione più complessa , abbrac- ciando tutti i sensi, imparando a osservare gli ambienti che ci circondano e a renderli confortevoli e rigeneranti per l’uomo. L’ar- chitettura senza luce non sarebbe nulla, non sarebbe un’emozione, una scrittura, In questa seconda puntata della rubrica dedicata alla progettazione cromatica le esperte dello studio Comandacolore approfondiscono il tema dell’illuminazione outdoor e indoor. un immaginario. La luce dà significato allo spazio. Con la luce gli spazi si dilata- no, oppure con la luce possono ridursi . La magia della luce dipende essenzial- mente da come viene percepita. Una lu- minosa giornata di sole, a mezzogiorno, contiene molto blu e segnala ai nostri corpi di essere svegli e vigili. Il tramonto contiene molto rosso e poco blu e se- gnala che è ora di rilassarsi. La candela, paragonabile ad una debole lampada ad incandescenza, non contiene blu e non in- terferisce con il nostro sonno. La luce condiziona il modo in cui perce- piamo il mondo circostante . Può cambia- re il colore degli oggetti, può evidenziare la loro forma, creare atmosfere partico- lari, modificare l’estensione dello spazio. La quantità e la posizione delle fonti di luce sono elementi importanti di un progetto cromatico . Quando l’illumina- zione è unica e frontale l’effetto principale è l’annullamento del volume dell’oggetto illuminato che apparirà appiattito.

RkJQdWJsaXNoZXIy NjY4ODQx